Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

ALOPECIA GIOVANILE

Immagine dell'articolo

Spesso quando si parla di calvizie si pensa che sia un problema che riguarda solo persone di una certa età. In realtà, sempre più spesso la perdita dei capelli colpisce anche giovani e giovanissimi. Pur non trattandosi di una malattia vera e propria, è comunque una problematica che causa non pochi disagi e imbarazzi a livello psicologico, in alcuni casi può compromettere persino la vita sociale e relazionale. Le soluzioni fortunatamente esistono e, come buona regola generale, prima si interviene e meglio è. Inoltre, è bene sapere che ci sono una serie di cause e fattori di rischio che possono concorrere all’insorgere della calvizie precoce, fattori sui quali si può intervenire per combattere il fenomeno.

Un ragazzo su cinque di età intorno ai 20 anni è soggetto ad una precoce perdita dei capelli. Anche in questo caso, il sesso maschile risulta essere più colpito rispetto a quello femminile ma anche le ragazze possono avere a che fare con questo problema, con risvolti psicologici molto pesanti. Si può parlare di calvizie precoce quando i capelli diventano sempre più fini, finché cadono e non ricrescono più perché il bulbo pilifero si atrofizza e non riesce più a produrre capelli.

La calvizie giovanile comporta numerose conseguenze negative sulla vita delle persone che ne sono colpite. I capelli hanno infatti una funzione sociale importante, sono simbolo di femminilità nelle donne e di forza negli uomini. Il diradamento, la stempiatura e in generale la calvizie sono tutti problemi che causano un forte senso di imbarazzo e inadeguatezza in un momento della vita, quello della gioventù, in cui si sta ancora costruendo la propria identità e si ha particolare bisogno di essere accettati e apprezzati dagli altri. Non bisogna quindi etichettare la perdita di capelli come un mero problema estetico, perché ha moltissimi risvolti sulla psiche e sulla socialità, specialmente in età giovanile

 

 

 

 

 

 

 

 

26/02/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

22 APR 2021

BRUMOTTI-RUBIO: DIVERBIO VIA SOCIAL

Il duro commento dello chef all'aggressione dell'inviato

22 APR 2021

“REDX-MASK”: LA MASCHERINA DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

La nuova mascherina ‘green’ dell’Associazione di volontariato è riutilizzabile e certificata.

22 APR 2021

ALLE PRESE CON LE STOVIGLIE DA PULIRE

Consigli utili per risparmiare con la lavastoviglie

21 APR 2021

DILETTA-CAN, NESSUNA CRISI

La coppia risponde a Striscia la Notizia

21 APR 2021

FERRAGNEZ IN TV

Pronta la serie sulla loro vita

21 APR 2021

LE STAR ITALIANE DI YOUTUBE

Vere e proprie celebrità da numeri strabilianti