Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

BUCO DELL'OZONO

Immagine dell'articolo

Il fenomeno comunemente conosciuto come buco dell’ozono, che riguarda l’assottigliamento progressivo dell’ozonosfera, sembra che stia scomparendo, secondo quanto ha confermato l’ONU negli ultimi giorni. La rivelazione ha suscitato una forte incredulità, perché fin dalla sua scoperta, agli inizi degli anni ’80, ha rappresentato uno dei pericoli ambientali più temuti per l’umanità. Il principale fattore di rischio, causato dal buco dell’ozono, sarebbe stato l’esposizione dannosa ai raggi ultravioletti del sole alla quale sarebbero stati sottoposti gli esseri umani, con tutte le conseguenze che si sarebbero in seguito verificate sulla loro salute. Dunque, questo risultato storico è la conferma che se avviene una cooperazione mondiale tesa ad un unico e comune obiettivo le cose possono effettivamente migliorare. In base ad un rapporto stilato dall’Organizzazione metereologica mondiale, se le politiche ambientali resteranno invariate, lo strato di ozono dovrebbe recuperare i valori del 1980 entro il 2040. I tempi di recupero sono differenti per alcuni paesi, come l’Artico, dove si prevede un ritorno ai valori standard per il 2045, mentre in Antartide entro il 2066. Il segretario generale dell’OMM, Petteri Taalas, che ha presentato il report, ha dichiarato:” L’azione che è stata fatta sull’ozono costituisce un precedente per l’azione per il clima”. Questo successo è il primo passo per comprendere su quale strada proseguire per l’eliminazione dei combustibili fossi e per la riduzione dei gas serra.

10/01/2023

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

28 GEN 2023

FRANCESCA MICHIELIN: ‘BASTA COMMENTI SULL’ASPETTO FISICO’

L’artista su TikTok invita a non fare più commenti estetici che feriscono le persone.

28 GEN 2023

PER I PINGUINI TATTICI ANCORA CENTRO

Ancora un album molto bello per i Pinguini Tattici Nucleari

27 GEN 2023

ATTENTATO A GERUSALEMME

Sgomento per la notizia orribile di un'attacco terroristico a Gerusalemme est

27 GEN 2023

MATURITA’ 2023: ANNUNCIATE LE DISCIPLINE DELLA SECONDA PROVA SCRITTA

I maturandi, dopo tre anni di stop per la pandemia, torneranno a svolgere l’esame in versione classica.

26 GEN 2023

GLI STUDENTI ITALIANI INVESTONO NELLA FORMAZIONE INTERNAZIONALE

In crescita le partenze a gennaio 2023 per il secondo semestre della quarta superiore all’estero

26 GEN 2023

LINGUAGGIO DEI SEGNI: IN ARRIVO IL PRIMO AVATAR

Il nuovo assistente virtuale è in grado di riprodurre e creare i segni: la funzione di traduzione arriverà in futuro.