Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

NIZZA: SPARATORIA DURANTE IL FERMO DI DUE SOSPETTATI PER OMICIDIO

Immagine dell'articolo

Nizza, ieri mattina, è ripiombata nel terrore in seguito alla sparatoria avvenuta verso le ore 12, per le vie del centro della città. Un agente della polizia francese, impegnata nell’arresto di due sospettati per un omicidio, risalente al 24 dicembre, improvvisamente ha sparato contro un uomo disarmato, provocandone la morte.

Nel tafferuglio, che si è creato nei pressi di ‘Rue de La Buffa’, sono state fermate diverse le persone: una di queste, essendo riuscita a fuggire, ora è ricercata.

Xavier Bonhomme, il procuratore della città, ha dichiarato alla stampa: “Durante l’operazione giudiziaria, dovevano essere fermati dei sospetti per omicidio, ma qualcosa è andato male. Un poliziotto ha aperto il fuoco su alcune persone. Ho chiesto l’apertura di un’inchiesta interna per il reato di omicidio volontario e l’agente è stato messo in custodia”, nell’attesa di valutare come siano andate precisamente le cose.

20/01/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

22 MAG 2022

BOLOGNA - CAPO NORD IN BICI: L’IMPRESA DI 32 CICLISTI

La folta comitiva, con la loro impresa, desidera lanciare un messaggio di pace.

21 MAG 2022

“DISAGIO GIOVANILE. BABY GANG, BULLISMO, DROGA, DIPENDENZE PATOLOGICHE, IDENTITÀ”

Tavola rotonda sul tema a Macerata

21 MAG 2022

‘MOVIELAND PRIDE’: AL VIA LA PRIMA EDIZIONE

L’evento, dedicato al rispetto e all’unicità dell’individuo, porterà a realizzare progetti scolastici contro il bullismo.

20 MAG 2022

TOP GUN: MAVERICK

Il nuovo film di Tom Cruise

20 MAG 2022

MILANO: ‘BABY GANG’ RINVIATO A GIUDIZIO PER RAPINA

Udienza fissata al 18 ottobre per il rapper, due colleghi e un albanese.

19 MAG 2022

IL 51% DEI QUINDICENNI E' INCAPACE DI COMPRENDERE UN TESTO SCRITTO

Save the Children Italia lancia un'allarme sulla dispersione scolastica