Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

CARICHE DELLA POLIZIA A PISA DURANTE UNA MANIFESTAZIONE, MATTARELLA CRITICA L'USO DEI MANGANELLI

Immagine dell'articolo

Venerdì scorso, il clima a Pisa si è acceso durante una manifestazione studentesca contro la guerra a Gaza, culminando in scontri tra manifestanti e forze dell'ordine. Un evento increscioso che ha sollevato diverse reazioni, inclusa quella del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Mattarella, noto per la sua pacatezza e riflessione, ha espresso fermezza riguardo agli scontri avvenuti, ma ha anche sottolineato un punto cruciale: "L'autorevolezza non si misura sui manganelli". Questa frase, pronunciata in seguito ai fatti di venerdì, rivela una visione chiara e incisiva del ruolo delle forze dell'ordine e della loro interazione con i cittadini.

In un momento di tensione come quello vissuto a Pisa, il capo dello Stato ha ritenuto importante sottolineare che l'autorevolezza delle Forze dell'Ordine non dovrebbe essere misurata dalla loro capacità di usare la forza, ma piuttosto dalla loro capacità di garantire sicurezza nel rispetto dei diritti civili e della libertà di manifestazione.

In una conversazione con il Ministro dell'Interno, il Presidente Mattarella ha ribadito questo concetto, sottolineando che l'uso dei manganelli nei confronti dei giovani manifestanti rappresenta un fallimento. Questa è una presa di posizione importante, che riflette la sensibilità del Presidente verso i giovani e il loro diritto a esprimere le proprie opinioni in modo pacifico.

È essenziale che le manifestazioni rimangano uno spazio dove le voci dei giovani possano essere ascoltate e rispettate. L'uso eccessivo della forza mina questo principio e rischia di alimentare ulteriori tensioni anziché favorire il dialogo e la comprensione reciproca.

Le parole di Mattarella richiamano l'attenzione su un dibattito fondamentale nella società contemporanea: quello sulla gestione delle proteste e sulla tutela dei diritti civili. Soprattutto in un contesto in cui i giovani si mobilitano sempre più spesso per questioni di rilevanza sociale e politica, è cruciale che le istituzioni rispondano con sensibilità e responsabilità.

La nota dell'ufficio stampa del Quirinale evidenzia quindi non solo la preoccupazione del Presidente per gli eventi di Pisa, ma anche la sua determinazione nel difendere i valori fondamentali della democrazia e della convivenza civile.

È ora di riflettere seriamente su come gestire le manifestazioni e su come garantire che i giovani possano esprimere le proprie opinioni senza temere la repressione o la violenza. Solo così potremo costruire una società più inclusiva e rispettosa dei diritti di tutti i cittadini..

 

 

 

24/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

13 APR 2024

NUOVE LEGGI SULLA CYBER SICUREZZA

Cosa Cambia per i Giornalisti e la Diffusione di Informazioni Illecite

12 APR 2024

LA VIA LATTEA NELLA DEA NUT DELL'ANTICO EGITTO

Il misterioso Segreto Celeste

11 APR 2024

ALLA ROMA IL DERBY DELLA CAPITALE

Tra calcio polemiche

11 APR 2024

LA MAXI TOVAGLIA E L'INVITO ALLA SOLIDARIETA' E ALLA CONDIVISIONE DEI GIOVANI TRIESTINI

Giovani di Trieste si uniscono per condividere cibo e solidarietà

11 APR 2024

IDEE REGALO ANNIVERSARIO FIDANZAMENTO: SORPRENDI LA TUA PARTNER

IDEE REGALO ANNIVERSARIO FIDANZAMENTO: SORPRENDI LA TUA PARTNER

10 APR 2024

STORICA DECISIONE DI WORLD ATHLETICS

Premi in Denaro per i Campioni Olimpici