Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IL CROLLO GLOBALE DELLA PREPARAZIONE STUDENTESCA

Immagine dell'articolo

Il panorama educativo mondiale è in crisi, e i giovani studenti si trovano di fronte a sfide senza precedenti. Secondo il recente rapporto dell'OCSE Pisa, la preparazione degli studenti ha subito un crollo verticale, con una diminuzione di 16 punti in matematica e 11 punti in lettura nei Paesi membri dell'OCSE. Un risultato che solleva preoccupazioni sulla qualità dell'istruzione e pone domande sul futuro della formazione globale.

Oltre il Covid: Cause a Lungo Termine

Sebbene la pandemia abbia indubbiamente influito negativamente sul sistema educativo, il rapporto evidenzia che il declino nei risultati accademici ha radici che vanno oltre la crisi sanitaria. Prima del 2018, già si osservavano segnali di una diminuzione dei risultati in lettura e scienze. Questo suggerisce che i problemi educativi sono più profondi e complessi, coinvolgendo aspetti che vanno oltre il periodo pandemico.

Numeri che Parlano: Mezzo Anno Scolastico in Lettura, Tre Quarti in Matematica

I dati presentati nell'analisi sono sconcertanti. La perdita di 16 punti in matematica corrisponde a circa tre quarti di un anno scolastico, mentre l'abbassamento di 11 punti in lettura equivale a circa mezzo anno di apprendimento. Questi numeri indicano un rallentamento significativo nella crescita accademica degli studenti, con conseguenze che potrebbero riversarsi sulle future opportunità di lavoro e sulla competitività globale.

L'Eccezione delle Scienze: Un Barlume di Speranza

Non tutto è negativo, per fortuna. Il rapporto rileva che il rendimento medio in scienze non ha subito variazioni significative. Questo potrebbe suggerire che ci sono elementi specifici delle materie scientifiche che resistono meglio alle sfide educative attuali. Tuttavia, è essenziale esaminare più approfonditamente cosa renda le scienze un'eccezione, per poter applicare le migliori pratiche agli altri settori accademici.

La Via Avanti: Riflessione e Azione

In risposta a questa crisi educativa, è imperativo che educatori, genitori e policymaker si uniscano per sviluppare soluzioni mirate. L'analisi dei trend pre-Covid suggerisce che la pandemia ha esacerbato problemi preesistenti piuttosto che crearne di nuovi. Pertanto, affrontare le radici profonde di questi problemi richiederà una riflessione critica e un impegno a lungo termine.

Un Appello all'Azione

Il crollo nella preparazione degli studenti è una campana d'allarme per la comunità globale. Oltre a fornire risorse per affrontare gli impatti immediati del Covid, è fondamentale concentrarsi sulle questioni a lungo termine che hanno contribuito a questo declino educativo. Solo attraverso una collaborazione globale e una dedizione costante alla qualità dell'istruzione, possiamo garantire che i giovani di oggi siano preparati per affrontare le sfide del futuro.

05/12/2023

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

28 FEB 2024

LA FORMULA 1 RIPARTE CON IL GRAN PREMIO DEL BAHRAIN

Inizia la lotta per il titolo mondiale

28 FEB 2024

LA FIGLIA DI OBAMA DIVENTA MALIA ANN

Una Nuova Identità nel Mondo del Cinema

28 FEB 2024

CONTINUARE A SOGNARE CON "FAVOLE 2.0" IL NUOVO LIBRO DI FRANCESCA GIACOMELLO

CONTINUARE A SOGNARE CON "FAVOLE 2.0" IL NUOVO LIBRO DI FRANCESCA GIACOMELLO

27 FEB 2024

I SOCIAL NETWORK E LA GENERAZIONE "CAVIA"

Fedez Parla ai Giovani

27 FEB 2024

ACCESSORI: IL TOCCO ESAGERATO PER UN LOOK MINIMALISTA

una tendenza che emerge dalle passerelle della Milano Fashion&Jewels

26 FEB 2024

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANNA PAPPALETTERA

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANNA PAPPALETTERA