Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

LA SUPERLEGA E' FALLITA ANCORA PRIMA DI NASCERE

Immagine dell'articolo

La SuperLega ha avuto una vita davvero breve: ufficializzata allo scoccare della mezzanotte del 19 aprile è tramontata definitivamente solo due giorni dopo. Il progetto, ideato dai più importanti presidenti del calcio continentale, si è presentato come una competizione privata, ossia fuori dal controllo di FIFA, UEFA e delle leghe nazionali, che doveva riunire le migliori squadre europee in un campionato d’elite e che rappresentasse un’alternativa alla Champions League.

Il campionato si sarebbe composto di 20 squadre, 15 delle quali partecipanti di diritto essendo i club fondatori e le altre 5 determinate ogni stagione da un meccanismo di qualificazione. I 20 club sarebbero stati poi divisi in due gironi da 10 squadre che nella prima fase si sarebbero affrontate in un girone di andata e uno di ritorno, al termine dei quali le prime tre di entrambi i gruppi sarebbero andate alla fase ad eliminazione diretta, quarte e quinte classificate ai playoff e gli otto teame rimasti fuori si sarebbero sfidati in quarti di finale sempre con andata e ritorno. La finale, come in ogni campionato che si rispetti, si sarebbe svolta ogni anno in una sede diversa.

Tuttavia la proposta della SuperLega è stata oggetto di una grande disapprovazione non solo da parte del mondo calcistico ma anche dai vari vertici di governo che hanno visto in questa competizione una negazione dei principi fondatori del calcio, come la meritocrazia, e una trasformazione dello sport in una vetrina per campioni che si allontanava completamente dall’idea con cui il calcio è nato: essere un gioco che coinvolga tutti senza alcuna distinzione.

I rappresentanti dei club coinvolti si sono difesi giustificando la loro azione come un tentativo necessario per rimediare ai danni economici arrecati dalla pandemia ma ciò, pur avendo un fondamento di verità, non è bastato a far sopravvivere un progetto ideato solo da pochi e lontano da tutti i principi ed i valori che ispirano uno dei sport più amati da sempre.

26/04/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

05 MAG 2021

CHIARA, CORRI TROPPO

Nuova scommessa imprenditoriale della Ferragni

05 MAG 2021

DILETTA, CAN E IL LAGO GALEOTTO

I due insieme e più felici che mai

05 MAG 2021

FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

Real Madrid e Chelsea da una parte, Manchester City e Psg dall’altra.

05 MAG 2021

DAVIDE ASTORI: MEDICO SPORTIVO CONDANNATO AD UN ANNO

Il capitano della Fiorentina tre anni fa è morto nel sonno a causa di una malattia genetica. Il medico è stato condannato per non aver valutato correttamente alcune anomalie durante gli accertamenti.

04 MAG 2021

OSCAR 2021

Ad una settimana dalla proclamazione dei premi Oscar 2021 ripercorriamo quali sono stati tutti i vincitori

04 MAG 2021

QUANDO IL VIDEOGIOCO DIVENTA D'AZZARDO

Una strategia di marketing molto precisa:spingere i giocatori a spendere soldi reali