Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IL DJOKOVIC GATE

Immagine dell'articolo

Da una settimana il nome di Novak Djokovic è su tutte le prime pagine, ma questa volta non per celebrare un altro dei suoi trionfi. Il campione, alcuni giorni fa, aveva dichiarato di non essersi vaccinato, requisito ormai richiesto anche per partecipare ai tornei tennistici. Nonostante questo, il campione ha deciso di partire per Melbourne per partecipare agli Australian Open, prima tappa del Grande Slam, avvalendosi di un’esenzione dall’obbligo vaccinale a seguito della presunta guarigione dal covid.

Atterrato in terra australiana è stato subito bloccato dalle autorità locali che hanno disposto il fermo per il tennista serbo, con un annullamento del visto a causa della sua documentazione sanitaria, che non appariva valida per le regole anti-covid vigenti nel paese. Djokovic dal 6 al 10 gennaio è stato trattenuto in arresto in attesa di un’udienza con verdetto di un giudice australiano. La sentenza del magistrato ha dichiarato valida l’esenzione dello sportivo e ha stabilito la cancellazione dell’annullamento del visto. In aggiunta ha disposto al governo australiano di pagare le spese legali e di rilasciare immediatamente il giocatore entro trenta minuti dal verdetto.

Djokovic ora è libero. Tuttavia mentre il tennista era impegnato in faccende legali sui social imperversava una battaglia nei suoi confronti. Moltissimi utenti online, più o meno noti, hanno accusato Djokovic di non essersi comportato in modo corretto facendo passare il messaggio che una persona famosa, in quanto tale, possa ricorrere a sotterfugi per trasgredire le regole.

Altresì i novax, così ormai sono additati coloro che non hanno voluto fare il vaccino, hanno incoronato il comportamento del campione serbo definendolo un eroe ed un uomo libero. Questo a differenza di tutti gli altri che senza vaccino sono messi all’angolo dalla società ma non hanno i mezzi per opporsi a questa situazione se non una resistenza personale.

Ora Djokovic è tornato in campo ad allenarsi in vista del torneo ma la domanda resta: cercare soluzioni alternative per aggirare un obbligo è un comportamento scaturito da una voglia irrefrenabile di competere oppure è solo un modo di manifestare il proprio ego da grande campione e dimostrare di potercela fare a qualunque costo?  

12/01/2022

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

20 GEN 2022

NUOVO PREMIO DELLA FONDAZIONE ITALIA USA PER LAUREATI ECCELLENTI ITALIANI

Sarà offerto un master: "Leadership per le relazioni internazionali e il made in Italy".

20 GEN 2022

ARGENTINA: ALLE QUALIFICAZIONI PER I MONDIALI SARA' MESSI IL GRANDE ASSENTE

La Nazionale Argentina non convoca il sette volte Pallone d'Oro

20 GEN 2022

NIZZA: SPARATORIA DURANTE IL FERMO DI DUESOSPETTATI PER OMICIDIO

Un agente, ora in custodia cautelare, ha sparato contro un uomo ritenuto responsabile di un omicidio avvenuto il 24 dicembre.

19 GEN 2022

BOLLETTINO COVID 19 GENNAIO

BOLLETTINO COVID 19 GENNAIO

19 GEN 2022

RECENSIONE DEL BRANO "LA RAGAZZA DEL FUTURO" DI CESARE CREMONINI

LA RAGAZZA DEL FUTURO DI CESARE CREMONINI

19 GEN 2022

“MODA ROMA AWARDS”, OTTIMA RIUSCITA PER LA PRIMA EDIZIONE!

All'evento organizzato da Stefano Raucci e Sabina Prati hanno sfilato in passerella abiti e gioielli di stilisti provenienti da Malta e ospiti internazionali