Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

MARCO VERRATTI SPOSA LA SUA JESSICA

Immagine dell'articolo

Nessuno si stupirebbe se il grande entusiasmo e la gioia incontenibile per la vittoria della Coppa Uefa 2020, avesse spinto due dei protagonisti della Nazionale italiana a convolare a nozze dopo pochi giorni dalla finale.

Il primo ad andare all’altare è stato Federico Bernardeschi, sposando Veronica Ciardi, madre della sua bimba e conosciuta al grande pubblico, per aver partecipato al Grande Fratello nel 2010.

L’altro è stato Marco Verratti, che poche ore dopo il collega, ha detto sì alla modella Jessica Aida. Il centrocampista di origine abruzzese, nonostante sia giovanissimo, è stato già sposato ed è padre di due figli.

Marco e Jessica si sono conosciuti nel 2018, quando il calciatore del Paris Saint-Germain, entrando in un prestigioso ristorante parigino, rimase folgorato dalla modella, la quale tra una passerella e l’altra, lavorava come cameriera. Entrambi hanno dichiarato di essere felicissimi, e prima di partire per il viaggio di nozze, trascorreranno del tempo con la loro famiglia, per poi dirigersi in quale località da sogno.

20/07/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

28 SET 2021

LA MAGGIORANZA DELLE DONNE IN PARLAMENTO… O QUASI

Che cosa è successo in Islanda

28 SET 2021

FOCUS GIOVANI 2021: SETTE GIOVANI REALTÀ ARTISTICHE UNDER 35 IN SCENA

1-3 ottobre dalle ore 21:00 | Supercinema - Tuscania (VT)

28 SET 2021

MUSIC4CLIMATE

La music per il clima e l'ambiente

28 SET 2021

JACOBS, UNA PROPOSTA DI... COMPLEANNO

Ecco cosa è accaduto...

27 SET 2021

CRONACA DI UNA FILA DI FINE ESTATE

TUTTI IN FILA PER APPLE 13?

27 SET 2021

TERZA DOSE: OK DEL CTS PER OVER 80, FRAGILI E RSA

Riceveranno la dose booster anche i sanitari, ma se ritenuti fragili o nel caso operino nei reparti più a rischio di contagi.