Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

JANNER SINNER, LA RINCORSA AL NUMERO 1: I PROSSIMI TORNEI DEL TENNISTA

Immagine dell'articolo

Dopo aver trionfato nel contesto degli Australian Open 2024, battendo in finale in cinque set Daniil Medvedev, Jannik Sinner è diventato il primo tennista italiano della storia a trionfare nel contesto dello Slam sul cemento australiano e, inevitabilmente, oggetto della grande attenzione mediatica, com’è giusto che sia. Da un lato le pressioni per il tennista, che ha incontrato Governo, Presidente della Repubblica e numerose conferenze stampa, dall’altro l’idea di un percorso futuro da seguire verso la consacrazione definitiva.

Se i punti dell’Australian Open non hanno portato Sinner ad un avanzamento in classifica in termini di posizioni, c’è comunque stato un concreto avvicinamento verso i primi tre della lista ATP e la possibilità di diventare numero 1 entro la fine dell’anno esiste, anche se dettata da una serie di combinazioni. Di seguito, allora, vale la pena analizzare come si strutturerà e quanto fattibile sia la rincorsa alla prima posizione da parte del tennista altoatesino, considerando quali sono i suoi prossimi tornei.

I prossimi tornei di Jannik Sinner

Archiviato l’Australian Open, per Jannik Sinner c’è stata la rinuncia alla partecipazione al torneo ATP di Marsiglia. Il tennista italiano l’aveva scelto in luogo di Montpellier - dove aveva vinto nel 2023 - sperando di partecipare per difendere i suoi 250 punti, dal momento che l’ATP 250 di Montpellier era stato organizzato così da essere troppo a ridosso dall’Australian Open, mentre Marsiglia dava una possibilità di riposare una settimana in più. Settimana che, comunque, Sinner ha trascorso come si può osservare nei numerosi servizi televisivi e giornalistici - il che è mediaticamente giusto, ma che certo non ha giovato alla preparazione del torneo da parte dell’altoatesino - e, dunque, saranno 250 i punti ad essere persi.

Non si tratta necessariamente di un problema, dal momento che Sinner è ormai entrato nell’ottica di quei tennisti che limitano quanto possibile i tornei 250 e 500, per massimizzare i risultati nei 1000 e negli Slam. Il primo banco di prova importante sarà a Rotterdam, dove Sinner potrebbe incrementare il punteggio dopo la finale nel 2023, persa contro Medvedev, poi l’impegno americano nel doppio 1000 a Indian Wells e Miami; nessun torneo intermedio tra questi, dal momento che poi sarà la volta di prepararsi per la stagione su terra rossa. Qui, Sinner può sicuramente fare un balzo in avanti in termini di punteggio, non avendo praticamente punti da difendere a Madrid (dove si era ritirato per infortunio) e avendo accumulato una semifinale a Montecarlo, secondo turno al Roland Garros e ottavi agli Internazionali d’Italia. Ciò significa che, pur non vincendo in nessuno di questi tre tornei, ma con un risultato congeniale alla sua classifica - vale a dire, quarti o semifinali per torneo -, si potrà migliorare la condizione ATP. Al Wimbledon Sinner ha raggiunto la semifinale, fino al rush finale su cemento che vedrà il tennista difendere tanti punti, derivanti soprattutto dalla vittoria del 1000 di Toronto.

Sinner: quante chance ha di diventare numero 1?

Considerando quanto precedentemente specificato, è ovvio che - soprattutto nell’ambito dello swing su terra rossa - Sinner abbia delle possibilità di incrementare il suo punteggio in classifica. Se considerassimo soltanto il tennista altoatesino vincere l’Internazionale d’Italia e spingersi verso la finale del Roland Garros, sarebbero quasi 2000 punti che permetterebbero al tennista di raggiungere Djokovic, senza considerare che ci sono numerosi tornei intermedi in cui Sinner può consolidare il suo punteggio in classifica, oltre che alcuni da difendere, come il Masters 1000 di Toronto.

È ovvio che, benché sembri attualmente imbattibile, Sinner ha ancora da completare un percorso inaugurato con Vagnozzi e Cahill, che può perdere delle partite e che, soprattutto, in incontri chiave nel contesto Slam possa non riuscire a spuntarla. La stessa terra rossa si è rivelata essere una superficie non del tutto congeniale al suo gioco ma, in ogni caso, ormai il tennista ha abbastanza esperienza da non dover necessariamente perdere contro chi gli è tanto inferiore in classifica (come Cerundolo e Altmaier, che l’hanno sconfitto nel 2023). Insomma, a ciascuno le sue valutazioni: intanto, si può anche tentare di formulare un pronostico per quanto riguarda il posizionamento di Sinner entro la fine del 2024, magari puntando proprio al primo posto che sarebbe tutt’altro che banale. Se ci si rende conto che la propria intuizione sta cogliendo nel segno e ci si vuole assicurare un ritorno monetario sicuro, si può puntare anche sul bonus cashback che molte piattaforme offrono ai giocatori.

04/02/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

24 GIU 2024

EUROPEI DI CALCIO 2024

Sfida Cruciale per l’Italia di Spalletti contro la Croazia

24 GIU 2024

GIOVANI: BOOM DI INFEZIONI SESSUALI IN ITALIA

Allarme IST tra i Giovani

23 GIU 2024

SERGIO MATTARELLA E I 160 ANNI DELLA CROCE ROSSA

Un Inno al Volontariato e alla Solidarietà

21 GIU 2024

MATURITÀ 2024: PRONTI PER GLI ORALI?

Ecco cosa aspettarsi

21 GIU 2024

“ITALIA: COSÌ NO”

Europee: la nazionale italiana sconfitta dalla spagna

20 GIU 2024

SPALLETTI E GLI AZZURRI SFIDANO LA SPAGNA PER MOSTRARE IL LORO VALORE

Notte prima degli esami anche nel calcio