Navigazione contenuti

Contenuti del sito

RITORNA A CASA VIALLI

Immagine dell'articolo

In un calcio che non ha più bandiere e’ poetico pensare che Gianluca Vialli decida di ripartire dalla società che gli ha dato tanto e alla quale lui e’ certamente più legato emotivamente.

Per i ragazzi più giovani che non lo hanno visto scendere in campo Vialli e’ stato per almeno un decennio abbondante uno degli attaccanti più forti del panorama internazionale, facendo coppia dapprima con Mancini nella Samp e successivamente con Del Piero e Ravanelli nello storico tridente bianconero . Dopo aver lasciato un’impronta indelebile con  lo scudetto conquistato in blucerchiato e la Champion  vinta con la Juventus, e’ stato coraggiosamente uno dei primi giocatori italiani a scegliere l’esperienza Inglese con il Chelsea , che ha successivamente anche allenato . Vialli e’ uno di quei giocatori che resteranno per sempre nella storia del calcio italiano peccato soltanto per quella Coppa dei Campioni sfuggita con la Sampdoria contro il Barcellona e per il sogno svanito di Italia 90 interrotto dall’Argentina in semi finale . Buona fortuna grande Gianluca 

22/08/2019

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

28 FEB 2020

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: ACCORDO TRA BAMBINO GESU' E IBM

L’obiettivo finale è sviluppare un database in grado di integrare informazioni genomiche, cliniche, di laboratorio e di imaging anonimizzate con l’Intelligenza Artificiale

28 FEB 2020

TORNANO PABLO E PEDRO

Festeggiano 25 anni di carriera con un nuovo spettacolo "Nozze di Coccio" dal 4 marzo al 5 aprile al Teatro Tirso de Molina

27 FEB 2020

SCUOLA CLUSONE. TEST SCANDALO PRESTO IN PROCURA

La decisione della Presidente di ACMID

27 FEB 2020

ZEQUILA E LA SUA STORIA CON ADRIANA...

In diretta Tv resa nota la relazione con la showgirl

27 FEB 2020

BAMBINO GESU’: AL VIA PROGETTO DI FORMAZIONE PEDIATRICA IN PARAGUAY E EL SALVADOR

Siglato ieri l'accordo di collaborazione

26 FEB 2020

GIOVANI SEMPRE PIU' LONTANI DA POLITICA E RELIGIONE

I risultati di uno studio dell'Eurispes