Navigazione contenuti

Contenuti del sito

I PERICOLI DEL VACCINO ANTICOVID PER LE NEOMAMME

Immagine dell'articolo

Essere una giovane mamma, in questo periodo di covid, desta qualche preoccupazione in più, rispetto al passato. Per fortuna l'Associazione Ostetrici e Ginecologi Ospedalieri Italiani  le rassicura: "I benefici sono superiori degli eventuali effetti negativi".

Nelle scorse settimane sei società scientifiche italiane hanno stilato un documento sul consenso in allattamento e vaccinazione covid-19. Un testo che vuole dare una grande parola di conforto alle donne.

Secondo l’autorità regolatoria della Gran Bretagna, Medicines & Healthcare Products Regulatory Agency, il vaccino BNT162b2 non dovrebbe essere utilizzato durante l’allattamento al seno e le donne vengono poste di fronte alla scelta fra continuare ad allattare o posticipare la vaccinazione.

Mentre il foglietto illustrativo canadese del vaccino Pfizer-BioNTech sottolinea come non sia noto se il vaccino sia eliminato dall'organismo attraverso il latte e sconsiglia la vaccinazione alle neomamme.

Il Comitato per i Prodotti Medicinali d’impegno negli Esseri Umani  dell’European Medicines Agency  si è espresso positivamente sulla sicurezza ed efficacia del vaccino covid-19 mRna nella popolazione d’età uguale o superiore ai 16 anni, sottolineando come lo stesso  non permanga nel corpo, ma venga distrutto a breve termine dopo la somministrazione del vaccino.

15/01/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

03 MAR 2021

INTESA SAN PAOLO: “AGENTS4YOU”

Nuove selezioni per agenti commerciali.

03 MAR 2021

MUSEI ONLINE PIU' ACCESSIBILI

Un occasione in più per godere del patrimonio artistico internazionale rimanendo comodamente a casa

03 MAR 2021

PRONTI AD UNA FOLLIA PER LEI

Sandra Milo al centro del gossip

03 MAR 2021

MEGHAN ACCUSATA DI BULLISMO

Dito puntato sulla Markle

02 MAR 2021

WONDER WOMAN, FAMIGLIA EXTRALARGE

Attrice in dolce attesa

02 MAR 2021

ATTENZIONE ALLE FALSITA' PROPINATE SUI SOCIAL

"Informazioni fuorvianti possono portare a decisioni sbagliate e mettono a rischio la coesione e la fiducia"