Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

ESAMI DI MATURITÀ: I PROF IN PENSIONE IN SOCCORSO DELLE COMMISSIONI

Immagine dell'articolo

Quest'anno, gli esami di maturità vedranno una novità significativa: il 10-15% dei commissari saranno docenti in pensione. Questi professori, che hanno lasciato le aule da non più di tre anni, sono stati chiamati a supportare le commissioni d'esame, assicurando lo svolgimento regolare delle prove.

I numeri provengono dall'Associazione Nazionale Presidi e dall'Ufficio Scolastico Regionale del Lazio, che confermano come molti ex docenti abbiano risposto all'appello, candidandosi per ricoprire i ruoli di commissari o presidenti di commissione. Quasi tutte le candidature verranno utilizzate per le sostituzioni, rappresentando circa il 10% del totale nella regione Lazio.

Domani è prevista la riunione plenaria delle commissioni, un appuntamento cruciale per organizzare e definire gli aspetti logistici delle prove. Durante l'incontro, verranno comunicati i nominativi dei commissari assenti all'Ufficio Scolastico Regionale, stabilite le date di inizio dei colloqui per ogni classe e l'ordine di convocazione dei candidati, determinato tramite sorteggio.

L'inizio degli esami di Stato è fissato per mercoledì 19 giugno alle 8:30, con la prima prova scritta, comune a tutti gli indirizzi di studio. Il giorno successivo si terranno le prove specifiche per ogni indirizzo. A partire dal lunedì seguente, inizieranno i colloqui orali, con un massimo di cinque candidati al giorno.

Gli esami coinvolgeranno 526.317 studenti suddivisi in 28.038 classi, esaminati da 14.072 commissioni. La maggior parte dei candidati proviene dai licei, con 266.057 studenti, seguiti dagli istituti tecnici con 172.504 e dagli istituti professionali con 87.756.

Le sfide non mancano: la possibilità di defezioni tra i commissari è alta e gli Uffici Scolastici Regionali hanno aperto le iscrizioni per i supplenti, incluso i pensionati, per far fronte a eventuali rinunce. Le lamentele principali riguardano le assegnazioni in scuole distanti tra loro e i compensi invariati dal 2007, che variano da 1249 euro lordi per i presidenti a 911 euro per i commissari esterni. I commissari interni ricevono 399 euro lordi.

Quest'anno, l'inizio dei colloqui orali potrebbe slittare in alcuni comuni a causa dei ballottaggi elettorali del 23 e 24 giugno. Le scuole sedi di seggio riapriranno per gli esami solo dopo lo spoglio e la pulizia degli ambienti, posticipando l'inizio dei colloqui a martedì o mercoledì.

L'impegno dei docenti, attivi e in pensione, è fondamentale per garantire la serenità e il successo di questo momento cruciale per migliaia di studenti. Buona fortuna a tutti i maturandi!

 

17/06/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

11 LUG 2024

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: IL 65% DEI GIOVANI USA CHATGPT PER STUDIARE E IL 60% DELLE AZIENDE PRONTE A UTILIZZARLA PER LE ASSUNZIONI

L'AI sta sempre più entrando nelle abitudini dei giovani

11 LUG 2024

SIRIA, GUERRE, PACE E GEOPOLITICA, INTERVISTA A MUHAMMAD NAJEM

“Muhammad Najem war reporter”

10 LUG 2024

IL POLITECNICO DI MILANO IN VETTA TRA LE UNIVERSITÀ EUROPEE

Un Traguardo per l'Italia

10 LUG 2024

RIVOLUZIONE A SCUOLA: STOP AI CELLULARI, ANCHE PER SCOPI DIDATTICI

Il Ministro Valditara ha firmato una circolare

08 LUG 2024

YOUTUBE SFRUTTA L'IA PER ELIMINARE LA MUSICA SENZA LICENZA DAI VIDEO

Un passo avanti per la tutela del copyright musicale

08 LUG 2024

“MILAN: ECCO FONSECA”

Con l'allenatore Paulo Fonseca è iniziata ufficialmente la nuova era del Milan