Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

IL PESO DELLE PAROLE CHE CONDANNARONO SIANI

Immagine dell'articolo

Era il 23 settembre 1985. Giancarlo Siani stava parcheggiando davanti alla sua abitazione, nel Vomero, quando fu ucciso da due uomini con dieci colpi di pistola. Lì, a pochi passi da piazza Leonardo, è stata scritta la condanna a morte decisa il 10 giugno del 1985, quando il giornalista del Mattino di Napoli pubblicò un articolo in cui accusava i Nuvoletta, affiliati ai Corleonesi di Totò Riina e i Bardellino, esponenti della “Nuova Famiglia” di Raffaele Cutolo, di voler “vendere” alla polizia il boss super latitante Valentino Gionta, pescivendolo che era riuscito a costruire un impero con il contrabbando di sigarette e il traffico di droga.

Siani aveva trascorso la giornata facendo la spola tra i vicoli di Torre Annunziata e il civico numero 65 di Via Chiatamone, sede de Il Mattino. Il suo ultimo pezzo parlava dei muschilli, moscerini che distribuiscono morte, i bambini utilizzati come corrieri della droga.

Avrebbe voluto andare al concerto di Vasco Rossi, ma non era riuscito a trovare i biglietti per lo Stadio San Paolo. Così, stava tornando a casa, al volante della sua Citroen Mehari verde. L’orologio aveva da poco segnato le 21.40. Il giornalista stava parcheggiando l’auto, quando due uomini, a volto scoperto, si sono avvicinati all’abitacolo e hanno premuto il grilletto.

Molti testimoni oculari, mai neppure un identikit. Decine di sigarette fumate dai killer, ma non un Dna. Dopo l’omicidio, gli inquirenti brancolarono nel buio. La svolta arriverà molti anni dopo, grazie alle dichiarazioni di un nuovo collaboratore di giustizia, il cassiere del clan Gionta. Gli inquirenti lasciarono intendere di avere tra le mani una confessione dettagliata e il bluff funzionò: i camorristi, preoccupati, cominciano a confidare i loro timori e le intercettazioni li incastrarono.

24/09/2021

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

24 OTT 2021

CINECITTÀ WORLD: PROVA PARCO PRE HALLOWEEN

CINECITTÀ WORLD IL PARCO A TEMA DELLA CAPITALE TESTATO DA NOI DI QG

24 OTT 2021

CONCORSO PER 125 POSTI AL MIUR

Concorso pubblico per 125 posti al Miur: ecco il bando e la scadenza

24 OTT 2021

INCIDENTE SUL SET: BALDWIN UCCIDE E FERISCE DUE COLLABORATORI

La pistola utilizzata dall’attore nelle riprese del film western avrebbe dovuto essere caricata a salve. Al momento nessun arresto.

24 OTT 2021

REGIONE SARDEGNA: CONCORSO GUARDIA FORESTALE

Le 78 unità verranno assunte con contratto a tempo indeterminato, al concorso si potrà accedere con il diploma di scuola superiore di II grado.

22 OTT 2021

GENERAZIONE CAPORETTO

La Rai parla di un episodio storico

22 OTT 2021

TRAGEDIA ALEC

Incredibile, ecco cosa è accaduto