Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti. Cliccando su “Accetta”, proseguendo la navigazione, accedendo ad un’area del sito o selezionando un qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta

Navigazione contenuti

Contenuti del sito

FINE DELLA SEZIONE NOTIZIE DI FACEBOOK NEGLI STATI UNITI E IN AUSTRALIA

Immagine dell'articolo

La notizia ha fatto scalpore: Facebook chiuderà definitivamente la sua sezione Notizie negli Stati Uniti e in Australia a partire da aprile. Questa decisione, annunciata ufficialmente da Meta, la società madre di Facebook, ha suscitato diverse reazioni e interrogativi riguardo al futuro del consumo di informazioni online.

La sezione Notizie, introdotta nel 2019, ha avuto un breve percorso e già lo scorso anno è stata disattivata in Francia, Germania e Regno Unito. Tuttavia, la decisione di chiudere completamente questa sezione in due dei mercati più importanti al mondo è un segno significativo dei cambiamenti in corso nell'approccio di Facebook all'erogazione di contenuti.

Secondo quanto dichiarato da Meta, questa decisione fa parte di un più ampio sforzo per allineare gli investimenti della società ai prodotti e ai servizi che le persone utilizzano e apprezzano di più. È interessante notare che Meta ha sottolineato come le persone non utilizzino Facebook principalmente per le notizie e i contenuti politici, ma piuttosto per connettersi con altre persone e scoprire nuove opportunità, passioni e interessi. In effetti, secondo i dati forniti dalla società, le notizie rappresentano meno del 3% di ciò che le persone vedono nel loro feed globale.

Questa decisione potrebbe avere un impatto significativo sul panorama dell'informazione online, specialmente considerando la portata globale di Facebook. Tuttavia, Meta ha chiarito che le modifiche riguardanti la sezione Notizie non influenzeranno altri servizi e prodotti offerti dalla piattaforma nei Paesi interessati. Gli utenti potranno comunque visualizzare i collegamenti agli articoli di notizie su Facebook e gli editori continueranno ad avere accesso ai propri account e pagine come qualsiasi altro individuo o organizzazione.

La chiusura della sezione Notizie di Facebook solleva domande importanti riguardo al ruolo delle piattaforme sociali nel consumo di informazioni e nel dibattito pubblico. Mentre alcuni potrebbero accogliere questa decisione come un modo per ridurre la diffusione di disinformazione e contenuti sensationalistici, altri potrebbero essere preoccupati per il consolidamento del potere delle piattaforme digitali nel controllo della narrazione pubblica.

In un'epoca in cui l'informazione è sempre più digitalizzata e le piattaforme sociali svolgono un ruolo sempre più importante nella diffusione delle notizie, è cruciale riflettere sulle implicazioni di decisioni come questa. Mentre Facebook si adatta alle mutevoli esigenze e preferenze degli utenti, è importante che anche noi riflettiamo sul modo in cui consumiamo e interagiamo con le notizie online, e su come possiamo garantire un ecosistema informativo sano e diversificato

04/03/2024

Inserisci un commento

Nessun commento presente

Ultimissime

13 APR 2024

NUOVE LEGGI SULLA CYBER SICUREZZA

Cosa Cambia per i Giornalisti e la Diffusione di Informazioni Illecite

12 APR 2024

LA VIA LATTEA NELLA DEA NUT DELL'ANTICO EGITTO

Il misterioso Segreto Celeste

11 APR 2024

ALLA ROMA IL DERBY DELLA CAPITALE

Tra calcio polemiche

11 APR 2024

LA MAXI TOVAGLIA E L'INVITO ALLA SOLIDARIETA' E ALLA CONDIVISIONE DEI GIOVANI TRIESTINI

Giovani di Trieste si uniscono per condividere cibo e solidarietà

11 APR 2024

IDEE REGALO ANNIVERSARIO FIDANZAMENTO: SORPRENDI LA TUA PARTNER

IDEE REGALO ANNIVERSARIO FIDANZAMENTO: SORPRENDI LA TUA PARTNER

10 APR 2024

STORICA DECISIONE DI WORLD ATHLETICS

Premi in Denaro per i Campioni Olimpici